All’erta – Mercoledì della XXIX del T.O.

Il brano di Lc respira e misura l’attesa del giorno del Signore. E vorrei, se mi permettete, cominciare con una domanda, che rivolgo prima di tutto a me stesso: c’è nella mia vita questa attesa? Mi fa ancora vibrare questa attesa? Se siamo sinceri, dobbiamo confessare a noi stessi, che questa attesa della venuta di…

Grati nel ricevere, liberi nel dare – Martedì XX del T.O.

Deve aver senz’altro subito uno scossone Pietro nel vedere quell’uomo che di fronte alla proposta di Gesù di vendere tutto, darlo ai poveri e seguirlo se ne era andato triste. Chissà cosa deve aver attraversato l’animo di Pietro mentre Gesù provava a tirar fuori da quell’uomo una disponibilità che non verrà mai. Chissà cosa deve…

La profezia del perdono – Giovedì della XIX del T.O.

Ascoltando una pagina evangelica come quella odierna viene spontaneo concludere: lasciamo perdere. Questo è un vangelo da Dio, non da uomini. Già, un vangelo da Dio. Così fa Dio. Ma così è chiamato a fare anche l’uomo: “Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro celeste”. Sta qui il senso della vita cristiana: nell’esercizio concreto…

La fede che conosce il cuore di Dio – Mercoledì della XVIII del T.O.

Il pane per i cinquemila uomini aveva fatto sì che i discepoli vivessero un momento di esaltazione e di successo: era valsa davvero la pena aver lasciato affetti e mestieri per seguire quell’uomo che esercitava un fascino particolare. Erano così gasati (per dirla con un linguaggio che conosciamo) che Gesù aveva dovuto costringerli (proprio così)…

Passi da sciogliere – Giovedì XIII del T.O.

Passi impediti da sciogliere e sbloccare… passi intrapresi da incoraggiare e promuovere. Ci impersonano non poco quei tali di cui ci narra la memoria evangelica che facendosi largo portano davanti a Gesù il loro amico paralitico. Mc dirà che a motivo della ressa dovranno addirittura scoperchiare il tetto. Quasi sfioreranno il ridicolo pur di non…

Non temere – Venerdì VI di Pasqua

“Non aver paura…”. Si realizza la promessa di Gesù nei discorsi dell’ultima cena: “Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi” (Gv 14,18). Si tratta di una parola che torna tantissime volte nella Scrittura a indicare che ne abbiamo bisogno e non solo noi, persino grandi personaggi come Giosuè, Maria, Giuseppe. “Continua a parlare e non…

Tutto è seme d’eternità – Mercoledì III settimana di Pasqua

Questa è la volontà del Padre mio… Patiamo eccome l’esperienza del non essere riconosciuti. Patiamo eccome l’essere rifiutati da qualcuno: il no lo percepiamo come un non diritto ad essere, tanto è significativa per noi la dimensione relazionale. Gesù, che ben conosce sentimenti e desideri del nostro cuore, ci rassicura: nessun rifiuto da parte mia…

Collezionisti di otri vecchi? – Lunedì II del T.O.

Gesù era stato appena accusato di essere compagno dei pubblicani e dei peccatori, uno che mangia e beve con gli esattori delle tasse (Mc 2,16). Eppure, proprio questo suo atteggiamento di condivisione, da medico che si prende cura dei malati e non dei sani, da figlio dell’uomo venuto a chiamare peccatori, non i giusti, non…

L’eccedenza dell’amore – Giovedì V settimana di Pasqua

Guidati dal Maestro siamo arrivati oggi al cuore dell’evangelo e della vita cristiana: Come il Padre ha amato me così anch’io ho amato voi…Qui la rivelazione di Dio è compiuta: siamo come di fronte ad una scena originaria: Dio è amore. Il contesto in cui Gesù consegna simili parole è quello della cena durante la…