La fiducia degli inviati – Venerdì XIV del T.O.

Tutto era cominciato un bel giorno quando li aveva chiamati perché stessero con lui (3,14). E lo stare con lui non era finalizzato a un rapporto compiaciuto con il Signore. Lo stare con lui era finalizzato a diventare consapevoli del disegno del Padre sulla storia e perciò a farsi carico della propria responsabilità nei confronti…

I modi del Signore – Giovedì XIV del T.O.

Nulla arresta la corsa del sogno di Dio. Tanto il rifiuto più ostinato di chi lo accosta con atteggiamento di pretesa, quanto l’incredulità degli interlocutori di diritto, non possono ostacolare il suo desiderio di volerci di casa con lui proprio come dei figli. Non è il successo o l’insuccesso il criterio perché Dio continui la…

A piedi scalzi – Mercoledì XIV del T.O.

Nel vangelo secondo Matteo, Gesù costituisce il gruppo dei Dodici solo dopo che sono già accadute certe cose, non prima, quasi intravedesse il rischio di ridurre l’essere apostoli all’esercizio di un ruolo e perciò di un potere. Gesù ha già pronunciato il discorso della montagna e ha già compiuto non pochi gesti sui più bisognosi:…

Il rifiuto dell’uomo e lo sguardo di Dio – Martedì XIV del T.O.

Venne fra la sua gente ma i suoi non l’hanno accolto… credo sia la parola grazie alla quale possiamo rileggere il brano evangelico consegnato a noi in quest’oggi. A tema il mistero del rifiuto o, se volete ancor peggio, l’ostinazione del non riconoscere. Mc parlerà di bestemmia contro lo Spirito Santo: il sottrarsi, cioè, coscientemente,…

Il Dio prodigo – XV Domenica del T.O.

Vorrei tanto ritrovarmi nel gruppo dei discepoli che osano avvicinarsi a Gesù per essere messi a parte di uno sguardo nuovo sulla realtà e riuscire a vedere quello che ad occhio nudo non si riesce a cogliere. In un tempo in cui il disincanto sembra essere la categoria che più rilegge il nostro vivere, siamo…

La fede che salva – Lunedì XIV del T.O.

Un unico grande bisogno di vita attraversa l’esistenza di tutti noi, anche se ciascuno di noi lo esprime con linguaggi diversi. Il capo supplica, parla, si inginocchia, si getta a terra davanti a Gesù. La donna, invece, usa il linguaggio del corpo, se parla lo fa solo tra sé e sé. Anche se diverso il…

Vino nuovo in otri nuovi – Sabato XIII del T.O.

‘Vino nuovo in otri nuovi…’ In guardia dal ritenere che la presenza di Cristo nella nostra vita sia una sorta di aggiustamento o un accomodamento come potrebbe accadere quando, volendo salvare un vestito vecchio, lo si rattoppa alla bell’e meglio. Accogliere il Signore Gesù è, invece, riconoscere che il vestito vecchio non ha più ragion…

Mio Signore e mio Dio – S. Tommaso apostolo

Giorno di contrasto quel giorno dopo il sabato. Tutto era cominciato al mattino in un giardino in cui un sepolcro era stato spalancato e tutto termina in una casa, di sera, con una porta sprangata. Dio apre varchi e l’uomo erige difese. Quel mattino in quel giardino una pietra era stata tolta, quella sera, invece,…

Passi da sciogliere – Giovedì XIII del T.O.

Passi impediti da sciogliere e sbloccare… passi intrapresi da incoraggiare e promuovere. Ci impersonano non poco quei tali di cui ci narra la memoria evangelica che facendosi largo portano davanti a Gesù il loro amico paralitico. Mc dirà che a motivo della ressa dovranno addirittura scoperchiare il tetto. Quasi sfioreranno il ridicolo pur di non…