Farsi piccoli – Lunedì XXVI del T.O.

Dei veri irriducibili i discepoli, sempre pronti a stabilire graduatorie, primati, posti di onore e, per giunta, nei momenti più impensati. Lc dirà che Gesù aveva appena parlato del suo andare a Gerusalemme e lì essere riprovato dal potere costituito ed essi non trovano di meglio che ritrovarsi a discutere chi di loro fosse più…

Amore inventivo – San Vincenzo de Paoli

Sento questa memoria liturgica come una celebrazione della speranza, quella di poter intraprendere anche noi un cammino nuovo alla sequela del Signore Gesù e del suo Vangelo. Una scuola alquanto singolare quella di Vincenzo de’ Paoli. Ciò che apprendiamo anzitutto alla sua scuola è che santi non si nasce. Santi si diventa attraverso un più…

Soffrire, voce del verbo amare – Sabato XXV del T.O.

‘Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato….’ “Ma come è possibile un Dio che muore in croce, un Dio che si lascia vincere dai nemici, un Dio che fa una morte vergognosa, ignominiosa da impiccato? Per questo il cristianesimo non è credibile” (Celso). Anche gli apostoli hanno conosciuto la stessa fatica a capire non tanto…

Ma voi chi dite che io sia? – Venerdì XXV del T.O.

‘Ma voi, chi dite che io sia?…’ Non gli importava affatto il parere della gente che lo leggeva secondo categorie passate non in grado di cogliere l’identità della sua persona. Per questo dopo aver raccolto le dicerie sul suo conto si spinge oltre per chiedere: ma voi chi dite che io sia? Chi sono io…

Chi è dunque costui? – Giovedì XXV del T.O.

Chi è dunque costui? È la domanda che affiora da ogni incontro che il vangelo riporta. Se la pongono i discepoli quando sono confrontati con alcuni tratti del loro maestro che sfuggono immediatamente alla loro comprensione. Se la pone la folla quando si trova beneficiaria di gesti che risanano ferite e soddisfano la fame o…

Il pensiero di Cristo – San Pio da Pietrelcina

Quella di Padre Pio, èuna figura che rischia di essere accostata in modo superficiale quando ci si ferma agli aspetti più secondari del Santo, quelli che hanno a che fare con il nostro desiderio/bisogno di vedere dei segni. Il rischio, infatti, è di non riuscire a cogliere chi c’è dietro quei segni e di cosa…

Dio ha fiducia in te – Mercoledì XXV del T.O.

La fiducia del nostro Dio. Mi pare ci parli anzitutto di questo il brano evangelico di questo mercoledì. Ci parla di un vangelo consegnato a mani fragili come le nostre: Gesù continua a fidarsi di noi, pazientemente e quasi follemente, mettendo nelle nostre mani quanto ha ricevuto dal Padre, la sua parola, il suo perdono,…

La faccia o il cuore? – XXVI del T.O.

La faccia o il cuore? La forma o il contenuto? E noi in mezzo, a decidere se fidarci di ciò che ci viene chiesto o, piuttosto, recalcitrare risentiti. Accade per quanto riguarda le cose di Dio come accade nelle cose che riguardano le nostre amicizie, le nostre relazioni, i nostri affetti. Salvare la faccia o…

In principio l’ascolto – Martedì XXV del T.O.

Quando nel nostro cuore si apre un credito di fiducia alla Parola del Signore, accade che il nostro legame con lui superi di gran lunga quello che potrebbero vantare persino sua madre e i suoi parenti. Familiari di Dio, infatti, si diventa grazie alla fede. E la fede è la virtù che ci permette di…