Adesso credete? – Lunedì VII di Pasqua

Sempre a rischio è la fede, mai scontata, non perdura se non è alimentata nel modo giusto. A volte possono permanere le forme della religione ma non quelle della fede. Possiamo celebrare riti, feste e può accadere che il nostro cuore sia lontano dal Signore e da ciò che egli desidera. È quanto di più…

Un alito di vita – In preparazione alla Pentecoste (4)

Ricevete lo Spirito Santo… Più ancora che le porte del cenacolo, quella sera, chiuso era il cuore degli Undici, barricato dentro le proprie convinzioni e riserve, paralizzato dalle proprie paure. Le tenebre della sera che incombeva erano figura di ben altre tenebre, di quelle dell’incapacità di credere alla risurrezione del Maestro. La chiusura era stata…

Segni della sua presenza – Ascensione del Signore

“E ora che succede?”. Ci sono momenti in cui con più realismo che in altre occasioni ci si ritrova a guardare al passato con un senso di disincanto. Ma c’è davvero qualcosa oltre questa vita? E se ci fossimo illusi? E se ci fossimo sbagliati? In alcuni frangenti ci pare quasi di aver vissuto invano…

Tornare al cenacolo – In preparazione alla Pentecoste (3)

Riprendere a frequentare il cenacolo. Riprendere a frequentare il cenacolo non per uno sterile prurito di intimismo quanto per un esercizio di consapevolezza. Lo sappiamo tutti per esperienza personale: ci sono dei luoghi che più di altri sono per noi altamente evocativi di momenti, quasi memoria di passaggi cruciali per la nostra storia. Il cenacolo…

Dire Dio in modo diverso – In preparazione alla Pentecoste (2)

Lo aveva promesso per bocca dei profeti: Dio avrebbe effuso il suo Spirito in modo interiore ed efficace su tutti. E quel giorno a Gerusalemme accade davvero così: le antiche parole si inverano. E da quel giorno continuano a diventare esperienza viva per ogni uomo. Tutti, infatti, uomini e donne per il dono dello Spirito…

Dio stesso mi ama – Sabato VI di Pasqua

“Dio nessuno lo ha mai visto; il Figlio unigenito che è nel seno del Padre, lui lo ha rivelato”. Così Gv aveva espresso sinteticamente il senso dell’Incarnazione. A Filippo che chiedeva di vedere il Padre Gesù aveva risposto che vedere lui era vedere il Padre. Ora sta per lasciare i suoi e proprio mentre prende…