Dio – amore – mondo – Mercoledì II di Pasqua

Ancora il dialogo nella notte di Nicodemo. Quel dialogo tocca stavolta il tema della vita eterna. Che cosa intendeva Gesù con questa espressione? Non tanto una vita dilatata nel tempo quanto una vita qualitativamente diversa, vale a dire una vita trasfigurata da una bellezza che le può venire solo da Dio. L’uomo, lasciato a se…

Un cristianesimo che discende – Martedì II di Pasqua

Messaggio a lungo travisato, quello della Croce. Di che cosa è segno la croce? A quale realtà rimanda? È, quello della croce, un messaggio di forza, di prevaricazione, di dominio? O non piuttosto il segno permanente di un Dio che continua a “svuotarsi”, a spogliarsi di tutte le sue prerogative – persino quelle di una…

La forza della domanda – III di Pasqua

Erano convinti che, per trovare pace, bastasse lasciarsi alle spalle Gerusalemme e la combriccola degli illusi come loro. In realtà, a mano a mano che procedevano verso Emmaus scoprivano che le cose non stavano proprio così. Anzi: a volte capita che persino a distanza di tempo riaffiori un mondo che credevamo morto e sepolto. Infatti,…

Sconfinamenti – Lunedì II di Pasqua

La notte di Nicodemo… una notte nella quale non fatichiamo a riconoscerci. Notte fatta di paura e di coraggio, fatta di consapevolezza ma anche di ingenuità, fatta di chiarezza come pure di curiosità. Proprio come tante nostre notti fatte di contraddizioni, notti nelle quali ci ritroviamo al contempo timorosi e coraggiosi, inconsapevoli e lucidi, innamorati…

Il “ri” di Dio – II di Pasqua

Nei giorni amari della delusione, quando resta vivo solo il rammarico di non essere stati in grado di giocare d’anticipo e così evitare di soffrire inutilmente, l’unica cosa che si desidererebbe fare è quella di staccare ogni contatto con il mondo che ci circonda: tutto ci risulta terribilmente fastidioso e menzognero. “Non voglio sentire e…