Diventare pane – Venerdì III di Pasqua

La sua nascita lo aveva portato a piantare la sua tenda in mezzo a noi, ad assumere fino in fondo i tratti della nostra umanità. Il mistero del suo amore lo spingerà ancora più oltre: a porre la sua dimora dentro di noi, segno di un Dio non da inseguire attraverso chissà quali vie segrete…

Il pane per il tuo viaggio – Giovedì III di Pasqua

La vita dell’uomo può essere letta secondo la categoria del viaggio. C’è un viaggio da compiere perché possiamo conoscere Dio in pienezza. C’è un viaggio da compiere perché possiamo conoscere chi siamo fino in fondo come uomini e donne. E prima del traguardo, è affrettato esprimere giudizi sull’uno o sull’altro. Solo alla fine del percorso…

Uomini di Dio che si lasciano ri-generare: il caso del profeta Elia – Ripensare il ministero e la fede in tempi di fragilità

Introduzione Sono giorni che vado rimuginando diversi pensieri che nutrano la mia fede in tempore calamitatis o in tempore famis, come qualcuno ha definito questo momento storico. Mi appassionano articoli che leggono questo momento storico con attenzione, con spirito di discernimento. Quasi li divoro tanto è il bisogno di non subire da spettatore questa sorte…

Elogio della piccolezza – Santa Caterina da Siena

Imparate da me… Eccoci ad apprendere dalle smentite. Eccoci farci discepoli di ciò che anzitutto dentro di noi saremmo portati ad escludere, scartare, rimuovere. ‘La pietra scartata dai costruttori è diventata testata d’angolo’ (Sal 117). L’ostacolo diventa opportunità, l’intralcio un’occasione. Cogliere così la bellezza della vita proprio là dove essa sembra rivelare soltanto deformazione e…

Fidarsi – Martedì III di Pasqua

Quale segno tu fai perché possiamo fidarci? Ecco qui la pretesa di fondare la propria fede sulla base di prodigi straordinari. Ma per chi sta nella vita con l’animo chiuso non c’è segno che tenga se non è bastato il segno di aver sfamato una folla di cinquemila persone con cinque pani e due pesci….