Cristo l’uomo all’uomo svela – XXXI domenica del T.O.

Ci sono momenti che valgono un’eternità. Ci sono occasioni che hanno tutta l’aria della svolta di un’intera esistenza. Ci sono attimi che, se lasciati passare, rischiano di pregiudicare per sempre il senso di una vita. Quel giorno a Gerico qualcuno intuì che il passaggio di Gesù valeva persino la pena di esporsi al ridicolo. Sì,…

Frammenti del volto di Dio – Tutti i Santi

Viviamo giorni in cui l’oscurità e il pessimismo sembrano essere nostri fedeli compagni e la nostra fede è messa a dura prova. Tocchiamo con mano l’esperienza della fragilità: un senso di smarrimento pervade la maggior parte delle nostre giornate mentre ci chiediamo se il nostro non è stato solo un bel sogno che ha dovuto…

Oltre le statistiche – Mercoledì XXX settimana del T.O.

In guardia dal rischio di ricercare indicazioni statistiche in base alle quali accontentarsi di stare nella media. È questo, infatti, il retroterra da cui nasce la domanda di quel tale che chiede a Gesù se sono pochi quelli che si salvano. Della serie: se non sono pochi, forse c’è anche per me qualche possibilità di…

Anche le palpebre – XXX del T.O.

È più forte di noi la logica del confronto. È come se col latte materno avessimo introiettato un innato bisogno di stabilire precedenze facendo paragoni. È come se, per dire chi siamo, necessitassimo di avere qualcuno da tenere sullo sfondo per far rilucere meglio tutte le nostre caratteristiche migliori. È più forte di noi il…

Alla scuola di S. Luca – San Luca evangelista

Cosa apprendiamo alla scuola di Luca? La tradizione ci restituisce tre tratti di Lc: medico, amico, storico. Medico, cioè uno che conosce bene ciò che affligge il nostro cuore e il nostro corpo; amico, uno che coltiva fino in fondo l’amicizia con Paolo, che non doveva certo essere un amico facile; storico, uno che sa…

Nella buona e nella cattiva sorte – XXIX domenica del T.O.

Viene per tutti – oh sì se viene – il momento in cui ti attraversa una sorta di tarlo che vorrebbe convincerti che è meglio mollare tutto: a che serve, infatti, continuare a guardare un cielo che sembra assistere spettatore sordo e muto al tuo lamento e alla tua invocazione? A che serve credere che…