Dio – amore – mondo – Mercoledì II di Pasqua

Ancora il dialogo nella notte di Nicodemo. Quel dialogo tocca stavolta il tema della vita eterna. Che cosa intendeva Gesù con questa espressione? Non tanto una vita dilatata nel tempo quanto una vita qualitativamente diversa, vale a dire una vita trasfigurata da una bellezza che le può venire solo da Dio. L’uomo, lasciato a se…

Un cristianesimo che discende – Martedì II di Pasqua

Messaggio a lungo travisato, quello della Croce. Di che cosa è segno la croce? A quale realtà rimanda? È, quello della croce, un messaggio di forza, di prevaricazione, di dominio? O non piuttosto il segno permanente di un Dio che continua a “svuotarsi”, a spogliarsi di tutte le sue prerogative – persino quelle di una…

Elogio della piccolezza – Santa Caterina da Siena

Imparate da me… Eccoci ad apprendere dalle smentite. Eccoci farci discepoli di ciò che anzitutto dentro di noi saremmo portati ad escludere, scartare, rimuovere. ‘La pietra scartata dai costruttori è diventata testata d’angolo’ (Sal 117). L’ostacolo diventa opportunità, l’intralcio un’occasione. Cogliere così la bellezza della vita proprio là dove essa sembra rivelare soltanto deformazione e…

Un amore più grande della morte – II di Pasqua

Non aveva potuto nulla l’annuncio di Maria di Magdala contro la delusione di tutti. Lo stesso si dica della fede del discepolo amato che aveva visto e creduto: i suoi compagni non avevano trovato di meglio che barricarsi per paura di fare la stessa fine del Maestro. Sarà il Signore e il suo non gettare…

La fiducia di Dio – Sabato dell’Ottava di Pasqua

A un uomo da sempre affascinato dal sogno di conquistare il cielo, Dio stesso aveva permesso di raggiungere l’irraggiungibile chiedendogli di prendersi cura di tutto ciò che la vita gli poneva innanzi. Francesco d’Assisi avrebbe detto che “la via per andare in su è la via per andare in giù”. Il seminatore uscì a seminare……

La sorpresa della gradualità – Giovedì dell’ottava di Pasqua

Un brano, quello di oggi, che ci restituisce la sorpresa della gradualità. È lento il cammino della fede! Fa fatica a depositarsi nel cuore dei discepoli la certezza della risurrezione di Gesù. Hanno appena finito di annunciare che Gesù è apparso a Simone, poi arrivano altri due che dicono di averlo riconosciuto nella locanda a…

La felice incredulità – II di Pasqua

Pensavano bastassero un po’ di chiodi e una croce per mettere a tacere quell’uomo che alcuni ritenevano un impostore e un bestemmiatore, altri addirittura il “Figlio di Dio”. E, invece, quell’uomo che “era veramente il Figlio di Dio”, neppure di fronte all’evidenza del rifiuto si era rassegnato. Appena risorto eccolo lì a raccogliere quanti avevano…

Solo l’amore conosce – Martedì dell’Ottava di Pasqua

Come vorresti celebrare la Pasqua? Vorrei celebrarla con il cuore di Maria di Magdala. Antonio di Padova ha scritto che solo l’amore conosce. Come è vero! Maria, nonostante la paura, esce di casa iniziando un nuovo cammino. Pur in preda alla tentazione di cedere al vuoto, non si lascia guidare dall’evidenza ma dall’amore. Ha trascorso…