Esserci – Martedì XXIX del T.O.

Noi veniamo al mondo per un atto di fede: non il nostro, ma quello di un Dio che ha fede in me ma vi restiamo per quella fede che noi abbiamo in lui. Il tuo tesoro sono le persone per cui trepidi e gioisci. Restiamo in vita solo se ci anima la passione per un…

Autosufficienza e fragilità – Lunedì XXIX del T.O.

Provare a considerare le cose da un altro punto di vista. Mi pare di poter sintetizzare così la ricca parola che ci viene consegnata. E mi pare che la prima cosa da fare sia proprio quella di fermarsi a riflettere, esercizio affatto scontato. Se accettiamo di fermarci forse riprendiamo consapevolezza che sulla terra non siamo…

Altro lo stile dei discepoli – XXIX del T.O.

Se non fosse per il dramma cui Gesù fa riferimento, la scena riportata dal vangelo avrebbe tutti i tratti del ridicolo. Il maestro è lì a confidare ciò che gli sta davanti – una vera e propria tragedia, come sappiamo – e i discepoli – incapaci persino del rispetto dovuto a chi confida il peso…

Il magistero dello Spirito – Sabato XXVIII del T.O.

“Lo Spirito Santo vi insegnerà ciò che bisogna dire”. A chi pensasse che la vita cristiana sia frutto soltanto dell’impiego di energie proprie, viene ricordato con forza che in gioco, ancor prima di noi, scende Dio stesso. Il nostro essere discepoli, non ha nulla da spartire con l’eroismo; esso non è qualcosa soltanto per uomini…

La vita e la maschera – Venerdì XXVIII del T.O.

L’ipocrisia è il ridurre la vita a una perenne esperienza di teatranti: la recita come stile perenne. Si può vivere la vita, dice Gesù, con una maschera sul volto come accadeva nella tragedia greca. L’ipocrita dice e fa ciò che gli è dettato dal ruolo non da ciò che egli è. Ogni gesto è studiato…

Alla scuola di S. Luca – San Luca evangelista

Cosa apprendiamo alla scuola di Luca? La tradizione ci restituisce tre tratti di Lc: medico, amico, storico. Medico, cioè uno che conosce bene ciò che affligge il nostro cuore e il nostro corpo; amico, uno che coltiva fino in fondo l’amicizia con Paolo, che non doveva certo essere un amico facile; storico, uno che sa…

Il profumo del vangelo – XXIX del T.O.

Lungo quella strada che sta portando Gesù a Gerusalemme accade proprio di tutto: entusiasmo e resistenze, candidature e dinieghi. Qualcuno si tira indietro ancor prima di cominciare (cfr. l’uomo ricco della scorsa domenica) e qualcun altro pur continuando a seguirlo, in realtà è mille miglia lontano da Gesù e dal suo modo di pensare. Sarà…

In guardia dall’esibizionismo – Mercoledì XXVIII del T.O.

‘Guai a voi, farisei’… In guardia dall’esibizionismo… Trovo in questa parola un invito a mutare lo sguardo, un invito a mutare il proprio sentire. Jean-Paul Sartre, nella sua autobiografia, usa una frase feroce per definire l’atteggiamento religioso di suo nonno: “Mio nonno era un attore troppo bravo per non aver bisogno di un Grande Spettatore…

Oltre il rito – Martedì XXVIII del T.O.

‘Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria’… Il vangelo, con un crescendo che ha del drammatico, mette continuamente sotto accusa, quasi spalle al muro, gli uomini della religione. Non finirà mai di sorprendere, il fatto che nei vangeli le parole più dure…

Dai segni al segno – Lunedì XXVIII del T.O.

‘Questa generazione… cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona’… Ci rilegge di buon grado l’atteggiamento degli interlocutori di Gesù alla perenne ricerca di segni così da poter finalmente riconoscere in lui il Figlio di Dio. Ci appartiene non poche volte l’atteggiamento di chi pretende credenziali per…