Oltre l’esclusiva – XXVI domenica del T.O.

Mentre si fa sempre più affrettato il cammino di Gesù verso l’ora del compimento a Gerusalemme, altrettanto più vivo è il suo desiderio che i discepoli non conoscano inciampi lungo la strada della loro sequela. Tanti, infatti, sono gli ostacoli che spesso rallentano il passo, facendo perdere di vista il senso dello star dietro il…

Il tempo benedetto – Esequie Ginetta Vecchione in Aprea

Ieri pomeriggio, verso le ore 15, il Signore ha ripetuto a Ginetta le parole che il vangelo riporta a proposito del servo trovato fedele: “Vieni, serva buona e fedele, entra nella gioia del tuo Signore”. La pasqua di Ginetta si è compiuta dopo una lunga settimana di passione durata più di un mese e mezzo….

In guardia dal restringimento – XXVI del T.O.

Mi infonde un grande senso di fiducia – segno che continuamente Dio provvede all’uomo il cibo necessario – ritrovare pagine della Scrittura che sembrano fatte apposta per la situazione che stiamo attraversando non solo in ambito ecclesiale ma anche su scala mondiale. In guardia dal restringimento. Così potremmo riassumere il ricco messaggio della Parola di…

Non c’è amore senza consegna – XXV del T.O.

Un vero e proprio abisso separa il Signore dai suoi: pur percorrendo la medesima strada, i pensieri sono quanto mai divergenti. Mc sembra mettere in guardia da un condividere spazi e momenti con il Signore senza fare nostro il suo modo di vedere le cose: è possibile, infatti, credere di essere con lui e coltivare…

Dietro – XXIV del T.O.

Avevano assistito a non pochi eventi dal carattere straordinario: Gesù aveva toccato il lebbroso e lo aveva guarito, aveva aiutato più di qualcuno a rialzarsi, era capace di tirare fuori il meglio di ognuno, parlava con autorevolezza, allontanava paure e divisioni, era capace di farsi carico della fame di una intera folla con pochi pani…

“Altro” il nostro Dio – XXIV del T.O.

Erano stati giorni intensi quelli condivisi dai discepoli con Gesù. Molteplici ed evidenti i segni che ne attestavano la plausibilità del suo essere un uomo speciale, tanto è vero che non faticano a riportare il parere della gente quando, sollecitati dal Maestro a dire il sentire comune circa la sua persona, affermano che egli è…

Non essere il carceriere di te stesso! – XXIII del T.O.

Chi di noi non ha mai sperimentato un nodo nel cuore o un blocco alla gola? Chi di noi riesce sempre a prestare l’ascolto adeguato così da proferire parole opportune? Chi di noi non ha fatto esperienza di una vera e propria incomunicabilità e quindi di un vero e proprio isolamento? Quante difficoltà ad aprirsi!…

Ecco il vostro Dio – XXIII del T.O.

Pagina che sentiamo particolarmente nostra, quella odierna. Come ci rilegge quell’appellativo “smarriti di cuore” usato dall’antico profeta! Smarriti di cuore, infatti, erano senz’altro gli israeliti provati dalla schiavitù e dall’esilio. E tuttavia lo smarrimento del cuore e una certa confusione attraversano ogni generazione di credenti, anche la nostra, che patisce la fatica di non vedere…

Tu sei quell’uomo – XXII del T.O.

Poveri scribi e farisei! È il caso di dire che andarono per suonare e furono suonati. Mai più avrebbero pensato che l’aver colto in flagrante i discepoli del Maestro di Galilea, si trasformasse, invece, in una vera e propria invettiva contro il loro modo superficiale di rendere culto. Avevano addirittura compiuto un viaggio per riferire…