Va’ verso il tuo cuore – XXII domenica del T.O.

Un vero e proprio viaggio, di quelli più faticosi, quello proposto oggi da Gesù: va verso il tuo cuore. Per quanto possa sembrare allettante, in realtà non è affatto scontato, tentati come siamo di non intraprendere mai un simile percorso, pur essendo non poco condizionati da ciò che il cuore determina. Nel libro dei Proverbi…

L’altra faccia delle cose – Giovedì XXI del T.O.

Sembra quasi una liturgia di Avvento quella odierna con il suo invito a vegliare. Ma non è ancora Avvento. Segno, perciò, che la vigilanza è attitudine permanente del discepolato evangelico. Vegliate, cioè imparate a comprendere ciò che sta accadendo. Imparate a scorgere il credito di fiducia che Dio continua ancora, nuovamente, ad accordare all’uomo. Imparate…

Cosa vuoi fare? – XXI del T.O.

Ci sono frangenti che più di altri segnano uno spartiacque nella nostra vita: non è possibile restare in una sorta di indeterminatezza in attesa che qualcosa decida per noi. La questione si pose anche per i discepoli a Cafarnao. Duro, infatti, era stato il modo di parlare del Signore: erano rimasti addirittura scandalizzati tanto da…

Oltre la facciata – Sabato XX del T.O.

Alla luce delle parole evangeliche, credo saremmo tentati volentieri di misurare gli altri con la forza che deriva da quelle parole, ma ce lo impedisce Gesù stesso che oggi rivolge a noi, come ai discepoli allora, quel voi incalzante e impegnativo al quale nessuno può sottrarsi. Non ad altri, ma a ciascuno di noi e…

L’incredulità del credente – XXI del T.O.

Chi l’avrebbe detto che una magnifica giornata in cui con cinque pani e due pesci messi a disposizione da un ragazzo erano stati sfamati cinquemila uomini dovesse concludersi così? Se solo Gesù avesse acconsentito quando erano venuti a prenderlo per farlo re… La lunga pagina di Gv 6 ci ha trattenuti nella sinagoga di Cafarnao…

Usque ad panem – XX del T.O.

Nel cuore di ognuno di noi c’è un profondo desiderio di vita, di vita piena, di vita vera. Non c’è uomo che non desideri gustare esperienze di bene, ci ha ricordato il Sal 33. Che cos’è la fame se non un modo per esprimere che noi viviamo grazie a degli elementi esterni che ci nutrono?…

Eucarestia esistenziale – XX del T.O.

Aveva offerto un pane grazie  al quale tutti avrebbero avuto modo di saziarsi, visto che ne era avanzato ed era stato raccolto anche per chi non c’era. Avrebbero dovuto capire che nel pane di cui si erano saziati in abbondanza c’era rimando ad altro. Almeno così sperava Gesù. E invece si assiste ancora una volta…

Quando l’amore è un rischio – San Rocco

Celebrare ciò che il Signore ha operato in San Rocco e attraverso San Rocco per noi, vuol dire essere introdotti nella misura stessa del cuore di Dio. Dio solo sa, infatti, quanto abbiamo bisogno di attingere a piene mani a questa sorgente di grazia se non vogliamo patire l’arsura dovuta alla ristrettezza del nostro cuore…

La profezia del perdono – Giovedì della XIX del T.O.

Ascoltando una pagina evangelica come quella odierna viene spontaneo concludere: lasciamo perdere. Questo è un vangelo da Dio, non da uomini. Già, un vangelo da Dio. Così fa Dio. Ma così è chiamato a fare anche l’uomo: “Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro celeste”. Sta qui il senso della vita cristiana: nell’esercizio concreto…