Il colpo di fortuna – Mercoledì XVII del T.O.

Aveva parlato del regno di Dio, aveva parlato di sé come dell’occasione della vita. Vera fortuna per la vita di un uomo aver scoperto il Vangelo. Occasione della vita un Dio che si mette sui tuoi passi, un Dio che sta nel terreno della tua storia come un tesoro prezioso sempre ancora da scoprire. Un…

Lasciare – Martedì della XVII del T.O.

Sulle rive del fiume Giordano era stato annunciato come il Messia della separazione e della purificazione: finalmente stava per venire colui che avrebbe pulito l’aia dalla pula, avrebbe posto la scure alla radice. Giovanni Battista si faceva interprete di una attesa che era di tutta una fascia di persone che coltivava la pretesa di costruire…

I paradossi di Dio – Lunedì XVII del T.O.

Soltanto il Signore poteva esprimere una tale fantasia: attingere, cioè, al quotidiano della vita per narrare ciò che era rimasto nascosto fin dalla fondazione del mondo. Penso così al mio, al nostro quotidiano, quello che più riteniamo irrilevante e insignificante: esso racchiude messaggi nascosti eppure bisognosi di esser decifrati. Non è che la vita non…

Il difficile esodo – XVII del T.O.

“A quanti lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio”, così Gv aveva mirabilmente sintetizzato la missione del Figlio di Dio. Passare da schiavi a figli: ecco l’esodo mai terminato che ognuno di noi è chiamato a compiere, un esodo mirabilmente significato in quel passare da una sponda all’altra del mare…

Oltre l’inadeguatezza – XVII del T.O.

Aveva offerto ai suoi di ritorno dalla prima avventura missionaria, una vera e propria possibilità di riconsiderare quanto avevano vissuto. Gli aveva suggerito di ritirarsi in disparte, con lui. Tuttavia, la folla li aveva preceduti consegnando a Gesù il suo bisogno di ritrovarsi attorno a qualcuno che avesse a cuore la dispersione in cui versava…

Il discepolo e l’incompiuto – Sabato XVI del T.O.

Portiamo tutti nel nostro cuore il desiderio recondito di un tempo e di un luogo in cui fiorisca soltanto del buon grano, un tempo e un luogo in cui, finalmente, cessi quella strana mescolanza di bene e di male che è la nostra vita. Se solo potessimo ritornare a un agognato paradiso terrestre… che nel…

La larghezza di Dio – Venerdì XVI del T.O.

Vorrei tanto ritrovarmi nel gruppo dei discepoli che osano avvicinarsi a Gesù per essere messi a parte di uno sguardo nuovo sulla realtà e riuscire a vedere quello che ad occhio nudo non si riesce a cogliere. In un tempo in cui il disincanto sembra essere la categoria che più rilegge il nostro vivere, siamo…

Giocare con le cose più serie – XVII domenica del T.O.

Li aveva incantati. Inutile dirlo. Da tempo si erano messi sulle sue tracce perché avevano riconosciuto nelle sue parole non soltanto un tono diverso (“parlava come uno che ha autorità e non come gli scribi”) ma addirittura un linguaggio diverso (“mai nessuno ha parlato come parla quest’uomo”). Erano talmente presi da Gesù e dalle sue…

La porta da aprire – Giovedì XVI del T.O.

Se ci si ferma a una lettura superficiale del brano evangelico odierno verrebbe da concludere che il Signore è ingiusto: ad alcuni, infatti, è dato avere accesso alla rivelazione dei misteri di Dio, ad altri no. Perché mai? Stanno davvero così le cose? No, non stanno così: a chi si ferma a un approccio superficiale…

Le incomprensioni nella sequela – San Giacomo apostolo

Lungo la strada che sta portando Gesù a Gerusalemme accade proprio di tutto: entusiasmo e resistenze, candidature e dinieghi. Qualcuno si tira indietro ancor prima di cominciare e qualcun altro pur continuando a seguirlo, in realtà è mille miglia lontano da Gesù e dal suo modo di pensare. Sarà necessario essere guariti nella propria cecità…