Superficialità – Sabato XXIII settimana del T.O.

‘Perché mi invocate: Signore, Signore! E non fate quello che dico?’… Suonano sferzanti, quest’oggi, le parole di Gesù: ‘Perché mi invocate: Signore, Signore! E non fate quello che dico?’. Come se a salvarci possa essere una formula o un rito, una soluzione magica. In fondo cosa costa gridare: ‘Signore, Signore!’? Nulla. Costa e come, invece,…

Ricordo e perdono – Prepararsi alla XXIV del T.O.

Viaggio molto faticoso, a volte pressoché impossibile, quello propostoci dalla liturgia di questa domenica. La meta è la disponibilità a spezzare la catena dell’odio nelle relazioni tra gli uomini mentre il punto di partenza è la guarigione del cuore e la purificazione della memoria. Se, talora, la prospettiva della meta può anche avvincere, dobbiamo confessare…

Chiamati – Esequie Rosa Raso – Maratea

Ci sono persone che rappresentano un po’ una sorta di sintesi della nostra esistenza e Rosa è senz’altro tra queste. Conosciuta quasi 40 anni fa, allorquando Rocco iniziò a frequentare Maria mia cognata, Rosa è diventata una delle figure che insieme al carissimo Emilio suo marito e alle figlie Maria, Anna ed Elsa, sono entrate…

Vie di misericordia – XXIII domenica del T.O.

Come stai nella vita, nelle relazioni? Con che sguardo, con quale atteggiamento? Come stai di fronte a chi ha sbagliato? Quando e come intervenire? Con l’atteggiamento di chi sa custodire l’altro che gli è affidato o con animo spadroneggiante? Che cosa può far sì che noi passiamo da una “folla di solitudini” a una “comunione…

Scendere – Adorazione eucaristica con la Gifra di Basilicata

Come dar torto a Pietro? Come non fermare il tempo a fronte di un’esperienza in cui tutto riluce nel suo splendore? Come non sentirsi interiormente rinfrancati quando, ad un tratto, ti senti dire che la strada che stai percorrendo non è affatto sbagliata? Quando senti di essere sulla strada giusta, quasi pregusti già la meta….

Signori – Sabato XXII settimana del T.O.

‘Il Figlio dell’uomo è signore del sabato…’ Per quanto desideriamo essere affrancati da vincoli, è come se non fossimo in grado di gestire l’esperienza della libertà. Per questo preferiamo sentirci al sicuro solo attraverso una fitta casistica di prescrizioni e di norme che stabilisca sempre per noi ciò che è permesso e ciò che è…

Non chiudere la porta all’altro. Mai – Prepararsi alla XXIII del T.O.

Una di quelle pagine, quella odierna, che mette sotto osservazione le nostre relazioni troppo spesso vissute entro criteri giuridici che stabiliscono il “fino a dove”, per scoprire, invece, l’illimitato di Dio, l’ostinato di Dio, la spregiudicatezza di Dio. E per scoprire – perché no? – l’inedito della fraternità. Deve aver scandalizzato non poco la spregiudicatezza…

Il proprio posto – XXII del T.O.

Quant’è facile retrocedere nella fede! Quando ti sembra di aver finalmente capito qualcosa e poter quasi vivere di rendita, ecco che ti ritrovi a dover ricominciare da capo dovendo ammettere candidamente – e non senza rammarico – di non aver capito proprio nulla. Sì, perché Dio e il rapporto con lui non sono mai una…

Non secondo gli uomini – XXII del T.O.

Pensare secondo Dio… e come si fa, Signore? Ammesso poi che sia sempre chiaro discernere ciò che è secondo Dio e ciò che non lo è… A quanto pare anche la più bella professione di fede (Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente, così aveva riconosciuto Pietro e ciò gli aveva meritato una…