Soffrire, voce del verbo amare – Sabato XXV settimana del T.O.

‘Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato….’ “Ma come è possibile un Dio che muore in croce, un Dio che si lascia vincere dai nemici, un Dio che fa una morte vergognosa, ignominiosa da impiccato? Per questo il cristianesimo non è credibile” (Celso). Anche gli apostoli hanno conosciuto la stessa fatica a capire non tanto…

Il sì e il no – Prepararsi alla XXVI del T.O.

Ci attraversa sovente la tentazione di stabilire una netta linea di demarcazione per individuare, sulla base di criteri da noi stabiliti, il dentro e il fuori, il sì e il no, chi è per noi e chi non lo è. Il vangelo di questa domenica, tuttavia, ci mette in guardia da un simile atteggiamento consegnando…

Chi è dunque costui? – Giovedì XXV del T.O.

Chi è dunque costui? È la domanda che affiora da ogni incontro che il vangelo riporta. Se la pongono i discepoli quando sono confrontati con alcuni tratti del loro maestro che sfuggono immediatamente alla loro comprensione. Se la pone la folla quando si trova beneficiaria di gesti che risanano ferite e soddisfano la fame o…

Dio ha fiducia in te – Mercoledì XXV del T.O.

La fiducia del nostro Dio. Mi pare ci parli anzitutto di questo il brano evangelico di questo mercoledì. Ci parla di un vangelo consegnato a mani fragili come le nostre: Gesù continua a fidarsi di noi, pazientemente e quasi follemente, mettendo nelle nostre mani quanto ha ricevuto dal Padre, la sua parola, il suo perdono,…