La convinzione di non essere amati – XVIII domenica del T.O.

Una vertenza giudiziaria, di quelle da Forum: l’eredità. Qualcuno aveva ricevuto più di un altro: una vera ingiustizia che bisognava pareggiare. Come dar torto all’uomo che chiede a Gesù di intervenire a riguardo, ristabilendo l’equilibrio? Il di più e il di meno ricevuti, infatti, lo abbiamo sempre letto come un contare di più o di…

Discernere – Giovedì XVII settimana del T.O.

‘… i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere…’ Quanta serenità in quella immagine dei pescatori seduti a riva! Gli uomini del regno, afferma Gesù, sono quelli che sanno fare propria l’arte di sedersi per vagliare con attenzione, con calma. In queste parole di Gesù viene messo a tema un rischio, quello di…

Osare – XVII domenica del T.O.

“Tu continua a volermi bene”. “Non mi è difficile farlo”. Sono le parole scambiate tra me e un amico in questi giorni in cui la notizia del mio trasferimento ha rimbalzato dall’uno all’altro. E mentre preparavo questa omelia, sono le parole che più risuonavano, a testimonianza che quando i legami sono veri, essi hanno la…

Papà – Prepararsi alla liturgia domenicale (XVII del T.O.)

Un Dio col quale è possibile intessere relazioni di familiarità: questo è il Dio di cui ci narra la ricca mensa della Parola imbandita per noi in questa pausa settimanale. All’uomo, ad ogni uomo che pure parte da una condizione di piccolezza (vedi come ardisco parlare al mio Signore, attesta Abramo), Dio si fa vicino…

Nuova vita possibile – Mercoledì della XVI settimana del T.O.

Ho provato a contemplare a lungo l’immagine con cui si apre la pagina evangelica. Quali provocazioni in quell’uscire del seminatore a seminare! Mi pare indichi anzitutto un atteggiamento di speranza quel suo gesto! Altra vita è ancora possibile e Dio la semina a piene mani anche là dove tu non saresti disposto a scommettere che…

Sentire o ascoltare – XVI Domenica del T.O.

“Non c’è bisogno che prepari chissà che cosa per me; mi basta sapere di poter stare con te, accanto a te. Da te mi sento a casa: mi sento come un figlio, come un fratello”. Chissà quante volte abbiamo ripetuto a qualcuno una frase simile, volendo rimarcare che, talvolta, ancor prima che quello che si…

Lasciar fare – Prepararsi alla liturgia domenicale (XVI del T.O.)

Ci sono case che frequentiamo più che volentieri, soprattutto quando in esse si gioisce della nostra presenza o quando vi riconosciamo persone che per noi sono particolarmente significative. Doveva essere così, per Gesù, la casa di Marta, Maria e Lazzaro, una casa verso la quale più volte ha diretto i suoi passi ricercando il conforto…

Oltre se stesso – XV domenica del T.O.

Mai più avrebbe immaginato, l’esperto conoscitore della legge, che alla sua domanda Gesù rispondesse con un’ulteriore domanda, tanto da veder rimescolate le carte e ritrovarsi, egli che era andato per incastrarlo, a dover venire allo scoperto senza più giustificazioni. Sempre così: quando ti trovi di fronte alla verità fatta persona non può non venir fuori,…