Sapienti e vigilanti – Esequie Giovanni Sacco

È difficile vivere e leggere la morte come un incontro: occorre una grazia particolare, una luce che solo Dio può donare. È naturale, invece, è umano, viverla come strappo, come lacerazione. Per quanto possiamo esserne consapevoli e, talvolta, persino preparati, i distacchi dalle persone che abbiamo amato e che ci hanno amati, destabilizzano e spiazzano…

Il nostro proprium – V di Pasqua

Ci sono parole e parole: il loro peso muta in base a chi le proferisce e nel momento in cui vengono pronunciate. Quanto mai rivelatrici quelle risuonate nell’ultima notte di amicizia tra Gesù e i suoi sia per ciò che attestano sia per il momento in cui sono collocate. È la vigilia della passione, subito…

Al modo suo – Prepararsi alla liturgia domenicale (V di Pasqua)

Chi l’avrebbe mai detto che il momento più drammatico dell’abbandono da parte di uno dei discepoli potesse coincidere, invece, con la più alta manifestazione di chi e di come è Dio?! Notte di tradimento quella notte per l’uomo. Mai notte più tenebrosa. Notte in cui il cuore del discepolo era abitato da desideri di rivalsa,…

La beatitudine di chi sa e fa – Esequie Teresa Danza

Accompagnata e custodita dalla presenza e dall’affetto dei suoi cari, che insieme alle cure mediche non le hanno fatto mancare il conforto che viene dalla fede, la lunga esistenza di Teresa si è conclusa ieri mattina portando a compimento il desiderio che più l’ha accompagnata in questi ultimi giorni, quello di morire. Lucida com’era, pur…

Quando si è “di” Dio – IV domenica di Pasqua

Era stato accerchiato proprio nel cortile del tempio durante la festa che ricordava la dedicazione di quello che doveva essere per eccellenza il luogo dell’incontro e della verifica tra ciò che sta a cuore a Dio e ciò che sta a cuore al suo popolo. Gesù si era trovato come di fronte a un branco…

La fiducia che riabilita – III domenica di Pasqua

Tutto era cominciato proprio lungo le rive di quel lago. Un bel giorno, quando meno se lo sarebbero aspettato, d’un tratto, Pietro e gli altri si erano ritrovati ad abbandonare mestiere e affetti, interessi e prospettive per andar dietro a un Maestro che li aveva scovati col suo sguardo e gli aveva proposto uno strano…