La memoria del dono – Esequie Domenico Dolce

Un ictus lo aveva colpito lo scorso dicembre e da lì la resistenza di Domenico è stata sempre più fiaccata fino all’epilogo, ieri mattina, nell’ospedale di Villa d’Agri. Grande lavoratore, bravo padre, provato dalla vita da gravi lutti, come sappiamo, aveva vissuto con quella sapienza tipica di tanti nostri anziani che sanno mettere in conto…

Il futuro ha i tuoi occhi – Esequie Domenico Tardugno

La cara esistenza di Domenico si è spenta l’altra sera dopo qualche giorno di ricovero presso l’ospedale di Villa d’Agri. Con Domenico va via un altro pezzo di quella Tramutola che da anni non c’è più, quella che vedeva il nostro corso popolato di tanti piccoli negozi che oltre a provvedere al fabbisogno delle persone,…

Accorgersi -Prepararsi alla liturgia domenicale (III di Quaresima)

Oltre il comune modo di leggere le cose. In guardia dal rischio di fallire la partita più importante: quella della vita. Racchiuderei così la ricchezza che promana da questa liturgia della Parola. Erano andati a raccontargli di quei galilei che Pilato aveva fatto uccidere. Probabilmente si sarebbero attesi da lui un gesto profetico di protesta:…

Lasciarsi condurre fuori – II domenica di Quaresima

In quei giorni, Dio condusse fuori… Povero Abramo. Sempre con la valigia in mano. Si era lasciato mettere in cammino, nonostante l’età avanzata, per un paese che gli sarebbe stato indicato solo dopo aver preso congedo dai suoi (parte, infatti, senza sapere la destinazione) e, intanto, doveva ancora assaporare cosa volesse dire mettere piede su…

È l’amore che conta – Esequie Antonio Aulicino

La speranza di Antonio legata al trapianto di cellule si è infranta ieri notte nell’ospedale San Carlo a Potenza. Da mesi lottava con un brutto male che però non gli ha mai tolto la dignità e l’attenzione verso chi si prendeva cura di lui. Un uomo buono, umile, lavoratore. Prendiamo congedo da lui in questo…

La prova della libertà – I Domenica di Quaresima

L’affacciarsi di ognuno alla vita non è mai indolore; esso è sempre frutto di un travaglio non solo fisico (quello avviene una volta soltanto) ma anzitutto interiore (questo avviene incessantemente) in cui nulla è scontato. L’enigma, infatti, fa capolino più volte nella nostra vicenda. Nulla è già scritto in anticipo e, perciò, nessun copione è…

Predicare la croce o portare la croce? – Una testimonianza

In questo giorno in cui facciamo memoria della B.V. di Lourdes e celebriamo la giornata del malato, affido alle parole di don Donato Ferraro, parroco di Picerno, provato nel corpo da una grave malattia, il commento al Vangelo odierno. “Come tutti i sacerdoti, anche a me è capitato, centinaia di volte, di parlare della croce:…

L’ora della grazia – V domenica del T.O.

Davvero singolare la pedagogia di Dio. Insolita, quantomeno. Nessuno ti avvicinerebbe quando hai un curriculum che annovera smentite e disfatte. Nessuno punterebbe ancora su di te quando ti ritrovi in mano le reti vuote per una notte di fatica trascorsa invano. Eppure, vangelo alla mano, sembra addirittura che l’ora della grazia e quella del fallimento…

Essere luce – Presentazione del Signore al tempio

Abbiamo iniziato questa celebrazione eucaristica con un rito un po’ insolito: ci è stata consegnata una candela e noi l’abbiamo accolta, proprio come il vecchio Simeone accolse il Bambino Gesù tra le braccia. Perché questo gesto? Siamo a quaranta giorni dal Natale e la Chiesa ci fa riandare con la memoria al mistero dell’Incarnazione: con…