Custoditi – Mercoledì III settimana di Pasqua


Questa è la volontà del Padre mio…

La volontà di Dio. Quanta fatica nell’individuare ciò che Dio vuole dalla nostra vita. Quante volte ci siamo ritrovati a chiederci: avrò fatto quello che davvero Dio voleva?

Ci viene in aiuto e a consolazione il brano di questo lungo cap. 6 del vangelo di Gv che accompagna questi giorni post-pasquali. Gv ci consegna la volontà di Dio sul nostro futuro, il suo progetto, il suo sogno, l’ultimo.

… che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma lo risusciti nell’ultimo giorno.

Sono parole che risuonano come una sfida per noi da parte di Gesù dentro una storia, la nostra, che annovera molte perdite. È storia di perdite, la nostra, a volte.

Quante cose perdiamo lungo il cammino. Più gli anni avanzano più cose perdiamo. Perdiamo sogni, perdiamo progetti, perdiamo creature che abbiamo amato e da cui siamo stati amati, perdiamo speranze.

La nostra vita, certo, non annovera solo perdite o smarrimenti ma anche guadagni, incontri, emozioni, amore, scoperte. Eppure viviamo sempre con l’angoscia che da un momento all’altro qualcuno o qualcosa possa portarci via quanto abbiamo appena gustato. Tutto attesta la sua precarietà e tutto diventa preoccupazione per la perdita. Tutto è terribilmente fragile.

È proprio qui che Gesù viene a parlare al nostro cuore: Questa è la volontà del Padre mio, che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato… È come se, attraverso una piccola fessura, quella della fede, ci sia dato di intravedere che l’ultima parola non sarà una perdita, ma una custodia. Custodia, persino, di un bicchiere d’acqua dato ad uno dei suoi fratelli più piccoli.

La volontà di Dio. Che cos’è allora?

Il profeta Samuele disse a Saul: Farai come vorrai, perché Dio sarà con te (1Sam 10,6-7). Quanto è diversa questa parola da tanti stereotipi sulla volontà di Dio! Ma cosa vuole Dio? Dio vuole quello che vuoi tu. Ma tu cosa vuoi? E in base a che cosa?

Per questo fa’ quello che devi fare, quello che ti capiterà fra le mani, e Dio sarà con te. Avrai problemi e gioie, avrai difficoltà e soluzioni. Fa’ quello che devi fare. Non cercare cose straordinarie, fuggi solo la mediocrità. Farai come vorrai, perché Dio sarà con te. Questo significa celebrare con fiducia la festa della vita. Ciò che importa è fare bene, con impegno e consapevolezza, quello che ogni giorno ci riserva, certi, in qualsiasi momento, che Dio ci benedice con la luce del suo volto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.