Un grembo per l’impossibile – Annunciazione del Signore

Celebrazione della speranza quella odierna. Torna ogni anno questa festa a ricordarci che quando Dio ha a che fare con l’uomo non elabora teorie né consegna dottrine ma suscita eventi che interpellano la libertà degli interlocutori e coinvolge persone che siano segno del suo impenitente desiderio di ristabilire alleanza con l’umanità. Dio vuole legarsi all’uomo…

Dal perché al come – III di Quaresima

“Davanti al male è facile farsi prendere dalla rabbia e dallo sconforto. Possiamo passare tutta la vita a chiederci perché oppure possiamo domandarci come vivere ciò che ci accade. Invece di chiederci solo perché, dobbiamo cominciare a chiederci come”. Sono le parole con cui si è conclusa l’altra sera una famosa fiction. Perché o come?…

Barabba è il mio nome

Gli evangelisti riportano che durante le ultime ore di vita di Gesù, ci fu un tentativo da parte di Pilato di liberarlo lasciando che la folla decidesse se avere libero lui o Barabba. E sappiamo come andarono le cose. Ho voluto chiedere a quest’ultimo cosa abbia significato per lui essere preferito al Figlio stesso di…

Simone di Cirene: la vocazione ad actum

Ho provato a intrufolarmi tra la folla che segue quello strano spettacolo lungo la via del Calvario. Ad essere condannato, non uno dei soliti malfattori ma uno che, al dire dello stesso Pilato, non aveva fatto nulla di male. Ad un tratto m’accorgo che Gesù non ce la fa: cade stremato a terra. A pesare…

Veronica: chi non ha paura della tenerezza

Da qualche anno mi piace avvicinare la passione di Gesù facendomi prendere per mano da chi ne ha accompagnato i passi o ne ha scrutato l’adempiersi. Quest’anno il compito è toccato alla Veronica. La tradizione ha da sempre custodito la memoria di una donna che, in mezzo a tanta barbarie dispiegata addosso e attorno a…

Anche Dio si perde – Sabato II di Quaresima

La liturgia di questo sabato è davvero parola di speranza per ciascuno di noi. Essa contiene, infatti, l’annuncio di un Dio che si fa vicino a chi sembrerebbe irrimediabilmente perduto. Un Dio che non prende le distanze, che non ha paura di restare contaminato dal contatto con chi nella vita è un irregolare. Questa, però,…

Possedere o condividere? – Venerdì II di Quaresima

Narra di Dio la pagina di Matteo. E narra dell’uomo, narra di noi, narra di me. Narra di un Dio che si prende cura della sua vigna, immagine del mondo nel quale colloca l’uomo. Luogo preparato a lungo e con amore perché altri potessero goderne. Narra di un Dio della condivisione, di un Dio che…

Alla porta di casa – Giovedì II di Quaresima

Tra responsabilità e spensieratezza… Ci aveva messi in guardia: fatevi amici con la disonesta ricchezza perché essi vi accolgano nelle dimore eterne. L’abisso di cui parla Abramo è possibile varcarlo solo nella misura in cui lo hai varcato qui, in vita, prendendoti cura di qualcuno, tessendo relazioni di amicizia. La nostra storia potrebbe essere letta…

Ancora un anno – III di Quaresima

Un tale aveva piantato un fico… No, non è una favola. È il vangelo, il quale, per far breccia nei nostri cuori, attinge al linguaggio più tipico dei propri interlocutori e prova a rendere consapevoli della posta in gioco. Un fico improduttivo, un padrone che viene a raccogliere il frutto sperato e un vignaiolo che…

Che cosa vuoi? – Mercoledì II di Quaresima

Se non fosse per il dramma cui Gesù fa riferimento, la scena riportata dal vangelo avrebbe tutti i tratti del ridicolo. Il maestro è lì a confidare ciò che gli sta davanti – una vera e propria tragedia, come sappiamo – e i discepoli – incapaci persino del rispetto dovuto a chi confida il peso…

Qualunque cosa accada – San Giuseppe

Siamo soliti accostare la figura di Giuseppe secondo certi stereotipi che finiscono per consegnarci un uomo tanto diverso e tanto lontano da noi. Se, invece, lasciamo parlare quel poco che i Vangeli attestano di lui, ci si accorge che non è né diverso né lontano da noi. Ho provato, così, a intrufolarmi nella casa e…

Il perdono fa cose nuove – Lunedì II di Quaresima

Perdonate e vi sarà perdonato… Cosa significa perdonare? L’essere perdonati, assolti, per il cristiano non è come ricevere l’assoluzione in campo civile, in cui si dichiara l’innocenza o l’insufficienza di prove per la colpevolezza: l’assoluzione è proprio dal male, realmente, coscientemente e deliberatamente compiuto. È proprio il peccato che deve essere perdonato! Siamo assolti non…