Lo spreco di Dio – Mercoledì III del T.O.

“Il seminatore uscì a seminare”. È una espressione semplice e meravigliosa, che da sola racchiude una grande rivelazione sul nostro Dio che sceglie di seminare la parola. Mi pare un’espressione piena di promesse. Quel seme è profezia di nuove possibilità. Ci viene annunciato un Dio seminatore infaticabile, un Dio ostinato nella fiducia, che esce continuamente…

Chiusura ostinata – Lunedì III del T.O.

Venne fra la sua gente ma i suoi non l’hanno accolto. Il prologo del vangelo di Gv racchiude in questa brevissima espressione il mistero del rifiuto del Cristo di Dio. Accostiamo la parola del Vangelo con l’atteggiamento di chi si chiede se per caso le cose non si ripetano nella nostra esistenza. Attorno a Gesù,…

Nuovi legami – Martedì III del T.O.

Strana la domanda di Gesù. Davvero non sapeva chi fosse sua madre? E i suoi parenti? Se Gesù pone questa domanda che può sembrare peregrina, evidentemente vuole introdurci in un diverso modo di guardare le cose. Esistono, infatti, dei legami, che vanno oltre quelli del sangue. Ma andiamo con ordine. Gesù ne viene da una…

Il viaggio del cuore – Conversione di S. Paolo

All’inizio della vocazione/rivelazione di Paolo l’incontro personale con Gesù Cristo. Una figura che si è fatta improvvisamente presente, quel giorno sulla via di Damasco, quasi un’irruzione che lo aveva disarcionato fino a prendere ogni giorno di più possesso della sua stessa vita. Una seduzione che gli aveva cambiato l’esistenza, il tesoro per il quale valeva…

Lasciarsi fare – Venerdì II del T.O.

Accogliere la pagina evangelica di questo giorno significa accettare che il Signore scommetta di nuovo su di noi pur consapevoli di non essere all’altezza del compito affidatoci. Questa offerta non è frutto di non avvedutezza. Anzi. Lc dirà che Gesù passato tutta la notte in orazione: cioè, lui per primo si è posto in atteggiamento…

Non prima del capolinea – Giovedì II del T.O.

Ne veniva dalla frequentazione della sinagoga, dove aveva messo al centro non più un testo sacro ma un uomo incapace di accogliere il dono di Dio. Lì, sfidando scribi e farisei attenti a coglierlo in fallo, aveva affermato che di fronte al bene di un uomo non c’è legge che tenga, neppure quella sacra del…

Dal libro all’uomo – Mercoledì II del T.O.

Proprio non se l’aspettava, l’uomo dalla mano paralizzata, di essere messo al centro della sinagoga. Lì, in quel luogo in cui al centro dovevano esserci i testi sacri verso i quali manifestare venerazione e ascolto, viene chiamato lui, lui così com’era. Peraltro, si era talmente abituato alla sua condizione di uomo impossibilitato ad agire e…

La fatica della libertà – Martedì II del T.O.

Quanto mai eloquente il gesto di cogliere le spighe da parte dei discepoli: la vita dispensa continuamente, ogni giorno, doni e opportunità da riconoscere e da cogliere, appunto, con riconoscenza. Eppure, chi resta ingabbiato in un regime di controllo, è incapace di stare così di fronte alla vita. Sebbene il Signore stesso autorizzi quanto gli uomini…