Essere luce… accendere luci… – Lunedì XXV del T.O.

Essere luce… accendere luci… Identità e compito della comunità cristiana. La luce – si sa – riscalda, esalta particolari, mette in luce aspetti sconosciuti, dissipa zone d’ombra, restituisce sfumature che altrimenti non si riuscirebbero a cogliere. La luce permette di vedere la realtà, il mondo: è alla luce che si definiscono i contorni e i…

Non c’è amore senza consegna – XXV del T.O.

Un vero e proprio abisso separa il Signore dai suoi: pur percorrendo la medesima strada, i pensieri sono quanto mai divergenti. Mc sembra mettere in guardia da un condividere spazi e momenti con il Signore senza fare nostro il suo modo di vedere le cose: è possibile, infatti, credere di essere con lui e coltivare…

Nel seme la speranza – Sabato XXIV del T.O.

‘Il seminatore uscì a seminare’… Ho provato a contemplare a lungo l’immagine con cui si apre la pagina evangelica. Quali provocazioni in quell’uscire del seminatore a seminare! Mi pare indichi anzitutto un atteggiamento di speranza quel suo gesto! Altra vita è ancora possibile e Dio la semina a piene mani anche là dove tu non…

Alla scuola di Matteo – San Matteo apostolo ed evangelista

Alla scuola di Matteo… è qui che ci lasciamo intrattenere dalla liturgia di questa festa. A questa scuola si apprende, anzitutto, che il Signore Gesù è il dono fatto dal Padre a una umanità che conosce sulla sua pelle i tratti della vulnerabilità e del limite. Non poche volte facciamo fatica a stare a contatto…

Discorsi ‘lungo la via’ – XXV del T.O.

Quella strada… e quei discorsi fatti per strada… È ancora la strada a trattenerci quest’oggi alla scuola del Maestro. La strada non come luogo geografico circoscritto ma come luogo simbolo della vita, delle stagioni della vita, di ciò che anima e attraversa le giornate dell’uomo. Lungo quella strada si consuma un dialogo tra sordi, che…

L’amore che osa – Giovedì XXIV del T.O.

‘…una peccatrice di quella città… portò un vaso di profumo’… Almeno la decenza…. Immagino lo sconcerto quel giorno in casa di Simone il fariseo. Pover’uomo. Come dargli torto? Bisognava salvare almeno la decenza. E, invece, a quanto risulta dal testo evangelico, manco quella. Come ci rappresenta tutti Simone il fariseo! Simone incarna uno stile di…

Oltre il pretesto – Mercoledì XXIV del T.O.

‘Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto!’… Una scena molto comune, quella evocata da Gesù: alcuni ragazzi giocano a ridere e a piangere. Dei musici suonano un canto lieto o un brano mesto. Ci si attenderebbe che gli spettatori interagiscano. E invece no. Non gliene…

L’amore e la morte – Martedì XXIV del T.O.

La morte ci visita sovente: o perché ci strappa parenti e amici o perché ci chiede di chiudere una partita per aprirne un’altra. Ciò che a volte ci impedisce di guardare alla morte come feconda è il dolore del travaglio, la fatica dell’accettare che qualcuno o qualcosa si allontani da noi. Dipendesse da noi, infatti,…

Dimmi chi guardi e ti dirò chi sei – Stimmate di San Francesco

Vogliamo che la parabola della vicenda di Francesco parli anche alla nostra vita. La sentiamo come una sfida forte e avvincente per la nostra stessa esperienza di fede. Quello che accade a La Verna esprime in modo visibile e definitivo una tensione che ha costantemente abitato il cuore di Francesco, il desiderio cioè di seguire…